Search
Tuesday, June 27, 2017 ..:: HOME » Leonardo da Vinci ::.. Register  Login
 Links Minimize


 Print   

 Sponsors Minimize

Copertina_Libro.jpg

 Print   

 Leonardo da Vinci scienziato Minimize

Leonardo da Vinci scienziato
Armonia nelle forme per l’armonia del movimento.
 
In questi ultimi tempi, sulla base di uno studio più approfondito dei suoi appunti sparsi ormai nei musei e nelle biblioteche di tutto il mondo, viene rivalutato il ruolo di Leonardo come scienziato.
Leonardo è infatti universalmente noto come artista.
Lo scienziato austriaco Fritjof Capra, che ha studiato a fondo i suoi appunti originali, e che ha scritto due libri con cui presenta la figura di Leonardo sopratutto come scienziato (“La scienza universale” e “L’anima di Leonardo”) considera Leonardo il vero fondatore della scienza moderna, e con quasi due secoli di anticipo rispetto a Galileo e Newton. Leonardo pensatore sistemico “moderno”; sistemico significa mettere in relazione fra loro tutti i complessi fenomeni analizzati.
Leonardo, pur figlio di un uomo facoltoso, non poteva ricevere l’educazione e la formazione normalmente riservata ai giovani di buona famiglia, in quanto figlio illegittimo. E forse questa e stata la condizione che permesso al suo genio di esprimere tutte le potenzialità; procedere alla conoscenza del mondo e dei fenomeni senza pregiudizi o idee preconcette (derivate dalla cultura greca vecchia di duemila anni)
Più interessato al processo di indagine che non al risultato finale.
Formulò ipotesi originali fra realtà fisica e processi cognitivi (in altre parole come la realtà fisica viene percepita – la prospettiva)

I disegni di ingranaggi e leve nascono dagli studi sui componenti anatomici del corpo umano (muscoli , ossa e tendini); Sinergia da diverse discipline

I suoi studi anatomici avevano fra l’altro l’obiettivo di studiare la meccanica dei movimenti, che ha poi trasferito sulle sue creazioni ed invenzioni.
Leonardo vedeva il movimento come aspetto fondamentale della scienza delle trasformazioni: nelle montagne, nei fiumi, nelle piante, negli animali e nell’uomo.
L’ultima cena di Leonardo è un film in movimento
Nella meccanica dei movimenti del braccio aveva intuito il ruolo fondamentale della scapola; tutti i suoi disegni delle ossa dell’arto superiore comprendono sempre anche la scapola.

Per Leonardo capire la forma dell’uomo è essenziale per capire l’uomo in movimento; armonia nelle dimensioni (il famoso uomo vitruviano, significa armonia nei movimenti)

Al disegno originale di Leonardo abbiamo aggiunto soltanto delle righe orizzontali e verticali che aiutano a fare alcune osservazioni interessanti, che già Leonardo aveva riportato nei suoi appunti, e che ognuno può verificare personalmente.
-          segno di uguaglianza; il quadrato nel quale i iscritto l’uomo mette in evidenza che l’altezza di un uomo (o di una donna) è uguale alla larghezza delle braccia misurata a braccia e dita completamente estese.
-          Segno della metà; la metà superiore del corpo, misurata dall’inguine all’attaccatura dei capelli, è uguale alla metà inferiore, misurata ancora dall’inguine alla pianta dei piedi;
-          Segno del quarto; è un quarto dell’altezza totale dell’uomo sia la gamba, misurata dalla pianta dei piedi fino a sotto il ginocchio (cioè in corrispondenza del piatto tibiale), sia l’avambraccio e la mano, misurate dalla punte delle dita fino a sotto il gomito (cioè in corrispondenza dell’articolazione radio-ulnare)

 Print   

 Dott. Graziano Ferrini Minimize

Dott. Graziano Ferrini
Fisioterapista
Trattamento di
Riabilitazione post operatoria e post traumatica
Assistenza domiciliare

 

Tel. 02-9818568 - 348-0500679

 Print   

Copyright (c) 2000-2006   Terms Of Use  Privacy Statement
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation